19 marzo 2010

Colloquio di lavoro



Stamattina mi sento proprio col morale sotto le scarpe :( Sono andata a fare il colloquio di lavoro in una libreria del centro di Napoli e come al solito non sono stata me stessa. Ho parlato pochissimo, mi sono imbarazzata... Credo sia stata tutta colpa di quel vecchiaccio col quale ho dovuto parlare per primo, che mi ha vista arrossire (mi capita spesso xkè sn timida) e me lo ha fatto notare! Avevo la giacca chiusa, ma siccome era a doppio petto e l'omuncolo flaccido aveva gli occhi incollati alla pochissima pelle del collo che si intravedeva, ha potuto notare che cambiava colore.

REGOLA N°1: mai presentarsi con una maglietta scollata o semi scollata ad un colloquio di lavoro.

E dire che ho tentennato ed avrei voluto mettere volentieri la maglietta nera a collo alto che avevo ieri...uff
Vabbè cmq è stato antipatico, palloso anche, mentre le altre persone che mi sono state presentate sono state calorose e simpatiche e mi hanno subito messa a mio agio...ma si sa, la mia giornata era già stata rovinata! Ero tesa, ho parlato poco...

REGOLA N°2
: essere spigliati durante il cavolo di colloquio se il lavoro è interessante.

Ho cercato cmq di spiegare che ero tesa, ed ho risposto + o meno bene a tutte le domande...


-Che mansioni preferiresti avere in questa libreria? -Qualsiasi mansione, adoro i libri. -Questo è un lavoro che va fatto col cuore... -infatti, sono qui perchè questo lavoro mi piace, sono giovane e preferisco non lavorare anzikè fare un lavoro che non mi piace... -Che impressione hai di questa libreria? -Buona, davvero buona. Il personale è gentile, è un posto tranquillo dove vedo la gente a proprio agio inoltre è luminoso e tutto molto ordinato... -Sai fare i conteggi di cassa? -Ehm...basta che me li fai vedere un paio di volte. -Hai detto che hai fatto sempre la segretaria, quidni il computer lo sai usare... -Sì, sì, non ho preoblemi...

E altre domande...
A parte che nn lo so bene perchè, ma me ne sono andata insoddisfatta inoltre c'è uno stage da fare a Milano, di 4 gg, per vedere se mi prendono... 16 ore a settimana, contratto a tempo determinato di 14 mesi, ben retribuito... Ma mi sento triste...

A volte mi sono lamentata di alcune persone che per motivi differenti hanno tentato di trattarmi e farmi sentire come una mezza calzetta, nono so se rendo l'idea...ma non ho mai pensato che potrei essere davvero una nullità? Se sostenere un colloquio di lavoro mi ha lasciata stressata e priva di energie...

3 commenti:

Vinci ha detto...

Beh non so come sia un colloquio di lavoro, ma le domande che fanno non mi piacciono, si scada troppo nel personale.
Cmq spero sia questo il blog, e grazie per essere passata :) adesso vado a guardare l'altro

Occhi di Notte ha detto...

Guarda... il tasto colloqui di lavoro è un tasto dolente. Proprio dolente. Farabutti e marpioni ce ne sono un pò ovunque. però ti invidio che almeno hai fatto un colloquio in una libreria!...

Caty ha detto...

non arrenderti !!sii sempre te stessa , sei una stupenda persona e chi l'ha detto che in realtà non valga proprio quella persona che ti stà valutando? :-) forza!