31 marzo 2009

COME COSTRUIRE UN PERSONAGGIO

I personaggi, come le persone, vivono, agiscono e comunicano attraverso il carattere, gli istinti, l'estrazione sociale e il linguaggio.
Per costruire un vero personaggio, ci si deve immergere all'interno di esso e mostrarlo per quello che ha di unico rendendolo così indimenticabile.
La prima cosa da fare è creare il modello del personaggio e carcare di tenerlo sempre sullo stesso stile caratteriale, (cosa non facile) solo così si può pensare di scrivere bene.
Quello che conta davvero per creare un buon personaggio non è tanto l'aspetto fisico perchè basta qualche dettaglio, ma quello che conta davvero sono i suoi discorsi, le sue azioni, i suoi pensieri che vanno descritti e scelti in modo accurato per formare un insieme coerente che rappresenti così la sua personalità.
Quindi la cosa da tenere sempre in mente quando si scrive è che i personaggi hanno un dato carattere che non deve essere mutato durante il racconto tranne in circostanze particolari.
La seconda cosa da non dimenticare è che del personaggio tutto è importante: l'aspetto esteriore e interiore, vizi e virtù, forze e debolezze, passioni, abitudini, il suono delle loro voci, il loro sguardo, i loro segreti...il cibo nei loro piatti e i soldi nelle loro tasche, l'arredamento delle loro case.
La cosa importante è dare ad ogni caratteristica il proprio giusto spazio.
Terza cosa da ricordare è che il personaggio non siamo noi e quindi non dobbiamo confonderlo con i nostri pensieri, i nostri piaceri, i nostri desideri, i nostri limiti perchè lui è soltanto lui, può spingersi fino al limite di se stesso andando fino infondo oltrepassando i limiti umani, i preguidizi ecc.
Il nostro ruolo è proprio quello di metterlo in una situazione tale che sia costretto ad andare fino in fondo dando il massimo di se stesso sia con intenzioni benigne che maligne.
La quarta cosa infine è che a volte dietro ai mostri personaggi si celano persone vive a cui siamo legati; questa realtà è positiva in quanto la narrazioni prenderà una sfumatura più autentica.

7 commenti:

Mistral ha detto...

I personaggi,secondo me, possono essere mutevoli, come la gente comune; seguono una loro logica che spesso è sganciata dal contesto. Oltretutto nel fantasy, che piace ad entrambi, le regole del comune sentire possono essere invertite. Che ne pensi?

Ninfa del silenzio ha detto...

Sono d'accordo, però inizialmente devi dare una struttura caratteriale al personaggio, altrimenti si finisce per fare confusione e lo dico per esperienza...ho dovuto correggere molti capitoli perchè lasciavo che il mio personaggio si assorbisse i miei stati d'animo ogni volta che scrivevo...
e quindi oggi felice, domani nervoso, l'indomani ancora spiritoso...e così non va propriooooo!
Deve seguire il SUO carattere, che poi sia mutevole questo sì, ma pur sempre logico :D

stella ha detto...

Grazie della visita, buona serata.

Libertè ha detto...

hai pienamente ragione...un personaggio dev'essere inanzitutto credibile e con varie sfaccettature....

Ciao...Kiss

sara ha detto...

Sono d'accordo con te, il personaggio deve necessariamente rimanere se stesso, svincolato dagli umori di chi scrive.
Ad modo per scrivere abbiamo a nostra disposizione la grammatica e le esperienze vissute, il bagaglio esistenziale nostro e degli altri.( questo me lo ha detto un famoso scrittore di romanzi)
ciao

Iride Libera ha detto...

Sono d'accordissimo. Anche io sto cercando di scrivere un libro e il profilo psicologico dei personaggi, sebbene sembri chiaro in testa, talvolta sfugge e nel mio caso i personaggi tendono ad assomigliarsi un pò tutti, con dei canoni morali troppo condivisi, per cui è importantissimo un lavoro lungo e minuzioso sui personaggi, sulla loro anima...

Kronos ha detto...

Grazie di essere passata dall'altro mio Blog!
Riguardo al personaggio, devo dire che mi hai fatto notare una cosa giusta. Ovvero seguire il suo carattere senza mischiare il mio umore con il suo...e poi...ti ho posto un quesito alla risposta che mi hai lasciato...se non disturbo troppo gradirei un tuo parere!
Grazie per ora...ti aspetto!